un impiegato in favela

Intervista a un saggio bimbo di favela #StayAnimalSpirit

In Finestra sulla favela Rocinha, Il popolo di Rocinha on 15 novembre 2013 at 10:47

Chi sei?

Sono Thiago. Ho otto anni. Tu chi sei lo so già, sei un gringo! – rispose alla mia prima domanda il bimbo  che avevo scelto per l’intervista tra i tanti che salterellavano per i vicoli della favela Rocinha in pantaloncini, havaianas e con il sorriso sul volto.

Cosa fai?

Adesso? Se mi dai due reais, mi prendo il biscotto, sennò corro fino allo scivolo laggiù e cerco qualche compare per fare l’aquilone. Perché, tu che fai, gringo? – gli risposi che faccio il “live blogger”, e lui non capì subito, allora gli parlai di un sito che sta su internet, e gli spiegai che ci scrivo dal vivo;  si aprì in un sorriso: aveva capito e gli piaceva, o almeno così mi pareva.

Sei pericoloso?

Hai colpito nel segno, gringo! Sì! O meglio… molti là fuori pensano che io lo sia, ma quello che  faccio, per il momento, è provare a divertirmi, e qui in favela c’è così tanto di bello per divertirsi che ci si diverte sempre! Pericoloso dici? Forse un giorno lo diventerò, dipende da che cosa farò da grande. Se farò il soldato del narcotraffico, allora lo sarò, e lo sarò anche per me stesso. E tu gringo, cosa vuoi fare da grande? – sveglio il bimbo. Mi aveva sorpreso e non sapevo che cosa rispondergli, così tentai di raggirare il suo quesito passando alla prossima domanda.

Sei preda o predatore?

Qui e ora , sei tu la mia preda,  gringo, che ti  credi? – Io la sua preda? pensai; che stia rispondendo alle mie domande per quei due reais? Decisi di proseguire.

Ti difendi o attacchi?

Come mi viene, gringo, dipende da chi mi trovo di fronte. Qui non ci sono buoni o cattivi, e io faccio il buono o il cattivo a seconda di come ti comporti tu.

Qual è la tua strategia?

La tua che? – gli spiegai, provai a spiegargli… sì, insomma, cambiai domanda: riciclai quella sua alla quale non avevo saputo rispondere: che vuoi fare da grande? così mi rispose: mi piace quello che fai tu, gringo, internet o non internet, restare vivo.

Questa è l’intervista di fantasia di un live-blogger che non esiste che intervistò un bimbo di favela che non esiste a proposito dello spirito animale delle persone; penso che risponderebbero proprio così, quei bimbi che salterellano in pantaloncini, havaianas e il sorriso sul volto, specie se avessero coscienza del loro presente e del loro futuro.

N.d.a. Con questo racconto la #finestrasullafavela partecipa a #StayAnimalSpirit, e lo fa perché coloro che si affacciano alla finestra, l’istinto animale “che muove l’essere umano all’azione senza che importi che si tratti di un’azione vincente o perdente”, sicuramente da qualche parte ce l’hanno, e potrebbero sollecitarlo per un futuro alternativo più vicino alla propria indole; chi sta dall’altra parte della finestra, il bimbo di favela, il suo spirito animale potrebbe utilizzarlo con questo stesso scopo, ma già di fatto lo sfrutta tutti i giorni in nome della vita. Per saperne di più su #StayAnimalSpirit, clicka qui.

Advertisements
  1. […] e Joni, da Orulho e Andreina, da Matheus, dal Gaúcho, da João, da Lia, da C, da Wellington, da Thiago alias Pedro, e da João, da José, da Jesus, da Mané, da Tião, da Lelé, da Xangô, da Bené, e da tutti […]

    Mi piace

  2. […] Intervista a un saggio bimbo di favela #StayAnimalSpirit (15 novembre 2013) […]

    Mi piace

  3. […] sotto casa). Per matar saudade, risponde una vecchia conoscenza (giovanissima, vecchia conoscenza): Thiago, quello di #stayanimalspirit. Certo, queste sono domande da femmine e il gattino che per stare al gioco bisogna postare è più […]

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: