un impiegato in favela

Preghiera di inizio anno

In Finestra sulla favela Rocinha, Il popolo di Rocinha on 4 gennaio 2014 at 00:32

È il primo giorno dell’anno nuovo, il tempo vola.

L’anno passato non è stato un anno molto tranquillo, ma è stato un anno con molte cose buone, e certamente le sofferenze che ho provato non potevano essere evitate: con tutto quello che ho passato, credo di aver capito che sono davvero forte. Nell’anno che viene, vorrei arrivare ad essere indipendente, e vorrei andare avanti. Che Dio mi doni molta salute, per il resto ci penso io.

Grazie a tutti quelli che sono rimasti con me, aiutandomi, appoggiandomi, sgridandomi per farmi capire di chi io possa fidarmi davvero, incoraggiandomi. Grazie davvero, grazie per tutto quello che ho.

Fa che l’anno che è appena cominciato possa essere bello come quello passato.  Fa che  possa essere  in Rocinha, nell’ultimo giorno dell’anno che è cominciato, ché i fuochi di Copacabana stanno in televisione, e sono bellissimi, ma quelli di qui, a me, quest’anno, sono piaciuti ancora di più. Fammi danzare, fammi danzare sempre, che è l’unico desiderio che ho.

Questo pensiero è stato scritto insieme a Carol di Rocinha.

Annunci
  1. Buon anno amico mio. Libertá e sogni guidino la tua strada.

    Mi piace

  2. Buon anno. Danzeremo liberamente anche quest’anno, fino ai prossimi fuochi e poi ancora…

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: