un impiegato in favela

Posts Tagged ‘isis’

Cuore di pietra (1/2 – al caffè Nafura)

In Finestra MEMO on 26 febbraio 2017 at 14:45

Da Finestra MEMO, Di Un impiegato in favela

caffè nafura, il caffè della fontana, damasco, siria

Dimašq. Da quando sono piccolo vengo qui, Dimašq, caffè Nafura, il caffè della fontana. Ero piccolo come te, forse anche più piccolo. Vedi quel trono avvolto di tappeti antichi appoggiato sulla pedana? Lì, qualche centimetro più in alto del pubblico, si sedeva il cantastorie. Gli avventori gli si facevano attorno e lo ascoltavano. Adesso, caro piccoletto africano, come hai detto che ti chiami? Mh mh. Vedi, piccoletto, oggi tutto è diverso, i giovani non ascoltano più. Sono attratti dal gesticolare, dal linguaggio del corpo; non sono sicuro che riescano a seguire la storia, perché non si concentrano, non riescono a privarsi di se stessi e dei loro oggetti. Ci riesci tu? Mh mh!! Ho capito, ho capito piccoletto, non te la prendere. Sai, io non sono di quelli che ce l’hanno coi giovani, si vede che hanno un nuovo modo di ascoltare; il problema vero è che oggi tutto è cambiato e questo paese è raso al suolo. Ma il cantastorie continua, non si ferma, continua a raccontare storie di umanità come quella che stiamo vivendo oggi, storie di Leggi il seguito di questo post »

Da una fonte d’acqua dolce (il racconto di Beirut)

In Finestra MEMO on 13 febbraio 2017 at 16:15

Da Finestra MEMO, Di Un impiegato in favela

Da una fonte d'acqua dolce (il racconto di Beirut)

Biblo – il pozzo d’acqua dolce della dea Isis

Caro Lookman, c’è da lottare, c’è da lottare per far muovere una bocca che è rimasta ferma per tutti questi anni. Mh mh solo tre? Hai ragione, solo tre, certo per otto anni di vita non sono pochi; ma se lo dici tu, tu che sai come accettare l’inevitabile, sta bene così. Poi è vero che tre anni non sono niente rispetto al tempo che è passato da quando una giovane donna circondata di luce divina incontrò un re nei pressi di una fonte d’acqua dolce. Mh mh, che storia è? Non è una storia, è una favola, te la racconto? C’era una dea che si chiamava Isis, proprio Isis si chiamava. Viaggiava attraverso Leggi il seguito di questo post »

Goooodmorning Damasco!

In Finestra MEMO on 3 febbraio 2017 at 04:44

Da Finestra MEMO, Di Un impiegato in favela

goodmorning damasco!

Oltre le montagne, piccoletto, oltre la neve, oltre la dogana, oltre il librone rosicchiato, scritto a mano da un funzionario dell’esercito; oltre la strada per metà libanese per metà siriana, costretta tra due pareti rocciose altissime, costellate di tende militari, cannoni, contadini e pastori che risalgono e ridiscendono le montagne alla ricerca di un passaggio clandestino che li porterà a prendersi cura dei loro campi, avendo pagato 200 dollari invece che i 2000 ufficiali che non hanno e che non avranno mai, ecco Leggi il seguito di questo post »